Nuovi voucher regole e contratti

Per i privati (famiglie), chi sono i lavoratori domestici? Quale sono le tipologie di contratti?

Sono "lavoratori domestici" cioè coloro che prestano un’attività lavorativa continuativa per le necessità della vita familiare del datore di lavoro come ad esempio colf, assistenti familiari o baby sitter, governanti, camerieri, cuochi ecc..

Le regole di assunzione di lavoratore domestico sono qualche volta un problema per le famiglie. Meno male comunque sono abbastanza chiare. Rimane solo un po' di confusione tra lavoro dipendente e lavoro occasionale.

LAVORO DIPENDENTE

 

Per quanto riguarda i contributi versati il datore di lavoro può dedurre del reddito fino a un limite di 1549,37 € . Si può anche detrarre il 19 per cento sul costo dell'assistenza a persona non autosufficiente, se il reddito del datore di lavoro non supera 40.000 euro all'anno. La detrazione effettiva non va oltre 399 euro in pratica.

LAVORO OCCASIONALE ACCESSORIO

Per quanto riguarda i voucher è stato aumentato il costo massimo da 5 a 7 mila euro all'anno per le prestazioni occasionali. Però questo potrebbe aumentare il lavoro nero perché su quel voucher se non si pagano ferie, tredicesima e TFR e c'è il rischio di denuncia di contenzioso di lavoratori domestici.
Probabilmente la norma sul lavoro cambierà con limiti temporali e importi nel futuro.


La disciplina del lavoro occasionale accessorio si applica infine a prestazioni meramente occasionali non riconducibili a tipologie contrattuali tipiche di lavoro subordinato o autonomo, i cui compensi sono del tutto esenti ai fini fiscali e non incidono sullo stato di disoccupato o inoccupato.
Per tali prestazioni il D.Lgs 276/03 ha previsto un meccanismo di tutela assicurativa e previdenziale del tutto innovativo, grazie al sistema dei c.d. buoni lavoro o vouchers.

Come fare prestazioni occasionali con i Buoni Lavoro (Voucher INPS)?

Qui troverai una guida che ti spiega come attivare i voucher acquistati dai tabaccai.


Commentaires