28/10/2015

Rinnovare il permesso di soggiorno della badante?

Rinnovare il permesso di soggiorno della badante? Degardin Arnaud 5 of 5
Se il tuo collaboratore domestico non è cittadino europeo, è possibile che avrà bisogno di rinnovare il proprio permesso di soggiorno. Ma co...
Se il tuo collaboratore domestico non è cittadino europeo, è possibile che avrà bisogno di rinnovare il proprio permesso di soggiorno. Ma come fare questa pratica e quando farlo?


Quando farlo?
Almeno 1-2 mese prima della scadenza.
La richiesta di rinnovo può essere presentata in un termine massimo di 60 giorni dopo la scadenza del soggiorno ai sensi dell’art 13, comma 2, lett. b) del d.lgs. 286/98.

Che documenti devono presentare?
La richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno deve essere inoltrata personalmente dall’interessato, tramite il kit Giallo delle poste, alla Questura della provincia di dimora.

Documenti da allegare alla richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno per lavoro domestico
Alla domanda occorre allegare, in copia:
  • Passaporto in corso di validità (solo delle pagine in cui ci sono i dati anagrafici, timbri di rinnovo del documento e timbri di entrate ed uscite);
  • Codice fiscale o tessera sanitaria plastica (ammessa come sostitutivo del  codice fiscale);
  • Permesso di soggiorno da rinnovare;
  • Documentazione per dimostrare il reddito: Modello CUD (per chi è in possesso) e bollettini inps dei contributi pagati (almeno degli ultimi 4 trimestri);
  • Documentazione dell’alloggio (contratto di locazione/dichiarazione di ospitalità/cessione di fabbricato);
  • Attestazione di servizio (dichiarazione del datore di lavoro che il rapporto di lavoro è ancora in essere oppure ultimo cedolino paga)
Nel caso in cui si abbia un nuovo datore di lavoro, bisogna allegare una fotocopia della denuncia del rapporto di lavoro fatto all’Inps "e-inps" più una fotocopia del documento d’identità del datore di lavoro e della lettera di assunzione.


Il kit Giallo per il rinnovo (MOD 209, modello 1 e 2) va compilato in tutte le parti inerenti  al caso e, poi, presentato presso lo Sportello Amico dell’ufficio postale.

Il funzionario postale allo sportello chiede all’interessato di presentare in visione il passaporto e il permesso di soggiorno. Dopo aver controllato che la documentazione sia completa, e aver richiesto il pagamento del bollettino postale corrispondente e incollato la marca da Bollo da 16,00 €, lo sportellista procede all’invio della domanda e, oltre alle ricevute dell’avvenuta richiesta di rinnovo, rilascia la lettera per l’appuntamento di fotosegnalamento con la Questura.

Ciò vuol dire che lo straniero al momento dell’invio della domanda verrà già a conoscenza di dove e quando presentarsi per l’appuntamento e per portare tutti gli originali della documentazione allegata alla domanda più 4 fototessere con lo sfondo bianco, uguali fra di loro e recenti.

Qualche settimana dopo il fotosegnalamento, la polizia rilascia il permesso di soggiorno richiesto. Per controllare se il permesso di soggiorno è pronto bisogna entrare nel link http://www.poliziadistato.it/articolo/15002/ e digitare il numero dell’assicurata (voce “password”  nella ricevuta con l’ologramma) per verificare se il permesso di soggiorno è pronto.

Il nuovo permesso di soggiorno viene rilasciato per una durata non superiore a quella stabilita con il rilascio iniziale, o revocato nel caso in cui vengono a mancare i requisiti richiesti per l'ingresso e il soggiorno nel territorio dello Stato.

Chiedi informazioni in agenzia se hai bisgono.