25/05/2015

La camera per la badante... obbligatorio?

Ci viene spesso chiesto quali sono gli obblighi della famigia per il vitto, l'alloggio, la residenza? Deve avere la sua camera personale? chi fa' la spesa? deve dare la residenza?

Cerchiamo di rendere più chiaro ciò che deve fare la famiglia quando assume una badante convivente che lavora nella sua abitazione:

  1. DOMICILIO (esattamente cocessione del "ospitalità"): è obbligatorio e deve essere comunicato alla polizia municiaple entro 48 ore dall'inzio del rapporto di lavoro convivente. 
    La badante convivente avrà quindi il "domicilio" la dovepresterà il suo lavoro in quanto convivente. Pero non sarà "obbligata" a trasferire la sua residenza.

  2. RESIDENZA: non obbligatoria, ma se la badante non possiede una casa sarebbe più corretto e comodo far sì che lei prenda la residenza nel luogo di lavoro in modo da agevolarle l'arrivo della posta e darle la possibilità di prendere il medico di base. 
    Questo solitamente deve essere fatto entro 1 anno dall'inizio del rapporto di lavoro.

  3. CAMERA DA LETTO: non necessaria, l'importante è che abbia un posto letto idoneo che, se non c'è la camera in più, può essere nella camera dell'assistita o in salotto. Come scritto da contratto: "il datore di lavoro deve fornire al lavoratore convivente un alloggio idoneo salvaguardarne la dignità e la riservatezza"

  4. VITTO: alla badante deve essere garantita un'alimentazione sana e sufficiente durante i pasti principali (colazione, prazo, cena). Se non ne usufruisce è possibile pagarle la quota corrispondente di 3,90€ al giorno come da contratto, per esempio durante i giorni di ferie.


22/05/2015

Come garanzia... cosa offre l'agenzia?

Ci viene spesso chiesto cosa copre la "garanzia" fornita dall'agenzia. Ma che cosa significa esattamente 'Garanzia di Sostituzione Badante' ?
http://lamiabadante.blogspot.it/

La garanzia annuale di sostituzione della badante ti dà la possibilità di poter avere una sostituta alla tua badante ogni qualvolta ne avrai bisogno senza pagare costi aggiuntivi di individuazione.

Vediamo in modo più preciso con qualche esempi:

LA TUA BADANTE VA IN FERIE?
Nessun problema. In questo caso le ferie sono concordate tempo prima tra datore di lavoro e lavoratore, quindi si avrà tutto il tempo necessario per svolgere una selezione accurata di una badante che andrà a sostituire la vostra badante in ferie.

=> in quanto tempo ? Ci si organizza 3 mesi prima per le date e 3 settimane prima per i colloqui.

LA BADANTE SFORTUNATAMENTE SI AMMALA?
Nessun problema. È possibile trovare la badante che tempestivamente prende il posto della persona in malattia. Si provvederà con i voucher per coprire le ore nei giorni in cui lavorerà.

=> in quanto tempo ? Troviamo la sostituta in meno di 1 giorno (qualche volta per la sera stessa) il voucher va attivato anche lo stesso giorno di inizio lavoro)

CAMBIANO LE ESIGENZE DELL'ASSISTITO E QUINDI BISOGNA TROVARE UNA PERSONA DISPOSTA PER PIU' ORE?
Si danno i 15 giorni di preavviso per licenziamento alla badante e si procede con la selezione di una persona che rispecchia meglio le nuove esisgenze della famiglia.

=> in quanto tempo ? Ci si organizza mentre la persona in forza fa' il preavviso di fine rapporto.

Insomma, la garanzia permette di avere la massima tranquillità e serenità di avere una società vicino a te tutto l'anno. Contatta l'agenzia di riferimento per maggiore informazioni.

20/05/2015

Assicurazione per incidenti o danni... Cosa è previsto?

Esiste una copertura assicurativa per il datore di lavoro e la badante...? Come funziona?

Una quota dei contributi versati all’INPS garantisce l'assicurazione INAIL per malattie professionali ed infortuni del lavoratore.

http://lamiabadante.blogspot.it/

I contributi della "Cassacolf" (0,03 Euro/ora) invece forniscono ai datori di lavoro la copertura assicurativa della responsabilità civile nel caso di infortunio del dipendente; ai lavoratori domestici prestazioni di assistenza socio-sanitaria (integrative, aggiuntive e/o sostitutive delle prestazioni sociali pubbliche obbligatorie). Vediamo più in dettaglio...

Cosa si intende per infortunio sul lavoro?

Per infortunio sul lavoro si intende ogni incidente avvenuto per causa violenta in occasione di lavoro dal quale derivi la morte, l’inabilità permanente o l’inabilità assoluta temporanea per più di tre giorni.
Si differenzia dalla malattia professionale poiché l’evento scatenante è improvviso e violento, mentre nel primo caso le cause sono lente e diluite nel tempo.
L’Inail tutela i lavoratori anche nel caso di infortuni avvenuti durante il normale tragitto di andata e ritorno tra l’abitazione e il luogo di lavoro.
Cosa si intende per prestazioni assicurative ?

L’Ente predisposto per l’indennizzo dei danni provocati da infortuni sul lavoro è l’Inail, che prevede le prestazioni di carattere economico, sanitario e riabilitativo.
Al lavoratore domestico infortunato sul lavoro, convivente e non, spettano le seguenti prestazioni:
  • una indennità giornaliera per l'inabilità temporanea;
  • una rendita per l'inabilità permanente;
  • un assegno per l'assistenza personale continuativa;
  • una rendita ai superstiti ed un assegno in caso di morte;
  • le cure mediche e chirurgiche, compresi gli accertamenti clinici;
  • la fornitura degli apparecchi di protesi.
Quando fare denuncia?

Per avere diritto alle prestazioni, il datore di lavoro deve denunciare l’evento, compilando il modello predisposto e allegando il certificato medico, nei seguenti termini:
  • infortuni mortali o presunti tali: entro le 24 ore, telegraficamente
  • Infortuni prognosticati come non guaribili entro 3 giorni: entro 2 giorni dalla ricezione del relativo certificato medico
  • Infortuni prognosticati come guaribili entro 3 giorni, ma non guarite entro tali termini: entro 2 giorni dalla ricezione del relativo certificato di prosecuzione
La denuncia all’INAIL deve essere redatta su un apposito modulo e corredata dal certificato medico.
Chiedi all'agenzia o caf di aiutarti nella compilazione del modulo



Cosa prevede come prestazione la Cassacolf per i datori di lavoro?
Cassacolf, cassa assistenziale per tutti i rapporti di lavoro per i quali viene applicato il contratto collettivo sul lavoro domestico, fornisce ai datori di lavoro una copertura assicurativa della responsabilità civile nei casi di infortunio del lavoratore domestico.
Se sono stati versati contributi contrattuali per 4 trimestri consecutivi ed è stata raggiunta la soglia minima di versamenti pari o superiori a € 25, il datore di lavoro avrà diritto, nel caso di decesso o invalidità permanente del dipendente a causa di infortunio per il quale sia stata attivata la rivalsa INAIL, una polizza assicurativa per la responsabilità civile del datore di lavoro con un massimale annuo pari a € 50.000, in cui rientrano le spese legali.

La polizza non comprende i danni provocati, a terzi, dai collaboratori domestici o derivanti da atti dolosi del datore di lavoro.

17/05/2015

Lettera di assunzione... cosa contiene?

Spesso ci viene chiesto un "fac-simile" del contratto che sarà firmato tra il datore di lavoro (famiglia) e il lavoratore (badante), in modo da avere le idee più chiare sul contenuto e dei doveri e diritti di ambo le parti..


Scarica il CCNL Lavoro Domestico in PDF
(Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro Domestico) :


Cosa va indicato? ...oltre ad eventuali clausole specifiche:

  • data dell'inizio del rapporto di lavoro;
  • livello di appartenenza;
  • durata del periodo di prova;
  • esistenza o meno della convivenza;
  • la residenza del lavoratore, nonché l'eventuale diverso domicilio; per i rapporti di convivenza, il lavoratore dovrà indicare l'eventuale proprio domicilio diverso da quello della convivenza, validare a tutti gli effetti lo stesso indirizzo della convivenza, anche in caso di sua assenza purché in costanza di rapporto di lavoro;
  • durata dell'orario di lavoro;
  • collocazione della mezza giornata di riposo settimanale in aggiunta alla domenica;
  • retribuzione pattuita;
  • luogo di effettuazione della prestazione lavorativa nonché la previsione di eventuali temporanei spostamenti per villeggiatura o per altri motivi familiari (trasferte);

La lettera di assunzione, firmata in duplice copie dal lavoratore e dal datore di lavoro, dovrà essere scambiata tra le parti. 

Esempio di lettera di assunzione per una badante convivente
 (il contenuto ovviamento cambia in funzione al livello, le mansioni ecc...):

_________________
_________________
_________________
_________, __/__/_____

OGGETTO: Lettera di assunzione.
                                                                        _________________
                                                                        _________________
                                                                        _________________

Facendo seguito agli  accordi  verbali  intercorsi,  si  conferma la Sua assunzione ed in base al
comma 3 dell'art. 9-bis L. 608/96 e al D.Lgs. 152/97, si specificano gli aspetti caratterizzanti il Suo
rapporto di lavoro:
 
INIZIO DEL RAPPORTO:
L'inizio del  rapporto viene stabilito entro e non oltre il  __/__/_____.  Oltre tale data,  in caso di
mancata  presa  di  servizio,  indipendente  dal  motivo,  il  presente  contratto  dovrà  essere
considerato decaduto. 

LUOGO DI LAVORO:
_______________________________. Potrebbe esserle richiesto di effettuare le sue prestazioni
presso  altre  sedi,  in  caso  di  trasferimento  anche  temporaneo  del  Suo  datore  di  lavoro,
trasferimento che, salvo congruo preavviso, dichiara di accettare.
 
DURATA DEL RAPPORTO:
A tempo indeterminato.
 
ORARIO DI LAVORO:
La Sig.ra _________________________ svolge il proprio rapporto di collaborazione domestica in
regime di convivenza presso il datore di lavoro.
La giornata di riposo viene fissata nella giornata di domenica.
L'impegno lavorativo  si svolgerà su __ ore settimanali dal lunedi al sabato.
Nei rapporti di lavoro a tempo pieno si ricorda che la legge prevede che la distribuzione dell'orario
di lavoro possa essere modificata unilateralmente dal datore di lavoro, salvo congruo preavviso.
A norma del  combinato disposto dall'art.  6 e 14 del  CCNL applicato si precisa che la mezza
giornata di riposo aggiuntiva è stabilita di sabato.
   
DOMICILIO E RESIDENZA:
Il  domicilio coincide con la residenza ed è correttamente indicato nell'indirizzo di  destinazione
della presente.
La lavoratrice conferma che in costanza del rapporto di lavoro tutte le comunicazioni, comprese
quelle in sua assenza, verranno effettuate nell'indirizzo di domicilio presso il datore di lavoro con
il quale convive.
 
QUALIFICA E MANSIONI:
La  collaboratrice  verrà  inquadrato  al  livello  __________.  Le  mansioni  sono  di  assistente  a
persone non autosufficienti,  senza avere tuttavia uno specifico diploma allo scopo.  Potranno
essere richieste anche attività connesse alle esigenze del  vitto e della pulizia della casa ove
viene svolta l'assistenza.
  
OBBLIGO DI FEDELTA':
La Sig.ra ___________________ si impegna ad osservare le direttive ricevute dal proprio datore
di  lavoro e le regole della casa ricevute all'inizio  del  rapporto di  lavoro.  La Legge prevede
l'obbligo di non divulgare informazioni, affari, notizie riguardanti il datore di lavoro o altre notizie
apprese nello svolgimento delle proprie mansioni,  facendone un uso in modo da poter  recare
pregiudizio al datore di lavoro stesso e/o a terzi.
 
TENUTA DI LAVORO:
Non è prevista una particolare tenuta di  lavoro,  salvo un vestire sobrio e dignitoso,  adatto a
svolgere le mansioni descritte.
 
SPAZIO DOVE RIPORRE I PROPRI OGGETTI PERSONALI:
Al momento della presa di servizio verrà indicato uno spazio dove riporre propri oggetti personali.
 
PERIODO DI PROVA:
____ giorni  di  effettivo lavoro durante i  quali  entrambe le parti  possono recedere dal  rapporto
senza preavviso. La prova sarà inerente alle mansioni sopra elencate.
 
FERIE:
26  giorni  lavorativi.  Il  valore  di  ogni  giornata  andrà  riproporzionato  per  l'orario  di  lavoro
effettivamente svolto. Il periodo di godimento delle ferie annuali verrà concordato di anno in anno
e fissato in accordo tra le parti con congruo preavviso.

PREAVVISO DI LICENZIAMENTO/DIMISSIONI:
15  giorni di calendario per anzianità fino a 5 anni. 30 giorni di calendario per anzianità superiori. I
suddetti termini sono ridotti del 50% nel caso di dimissioni da parte del lavoratore.
   
TRATTAMENTO ECONOMICO:
Corrispondente  alle  disposizioni  contrattuali  per  il  livello  assegnato  come  da  importi  sotto
descritti:
Paga base: .......... _________
Acconto Fut. Aumenti: . _________
 ____________________________________
Totale: ............. _________

 
Per quanto non specificato nella presente le parti dichiarano di voler fare riferimento alle norme
previste dal contratto collettivo nazionale di lavoro per i prestatori di lavoro domestico stipulato il
21 maggio 2013 e a tutte le norme di Legge vigenti.
 
In segno di  accettazione delle condizioni  sopra espresse, si chiede la restituzione di  una copia
della presente dopo averla sottoscritta.
 
Certi di poter contare nella Sua migliore collaborazione, porgiamo distinti saluti.
 
  
Il Collaboratore                 Il datore di lavoro

 
_______________________ _______________________
 
Inoltre La informiamo che,  ai  sensi dell'art.  10 del  D.Lgs. 196 del  30 giugno 2003,  i  suoi  dati
personali  saranno  utilizzati  per  una  corretta  gestione  del  rapporto  stesso,  dunque  per  le
comunicazioni  obbligatorie agli  enti  di  previdenza e assistenza,  rapporti  con l'amministrazione
finanziaria,  istituti  di  credito  ed  eventuali  consulenti  familiari.  Il  trattamento  dei  predetti  dati
avverrà mediante strumenti  manuali,  informatici  e telematici,  comunque idonei  a garantire la
sicurezza e la riservatezza dei dati stessi. In base all'art. 13 del D.Lgs. 196/2003 lei ha specifici
diritti, in particolare può ottenere la conferma circa l'esistenza o meno di dati che la riguardano,
conoscerne l'origine, la finalità, chiedere la cancellazione o la trasformazione o il blocco dei dati
trattati in violazione di legge.
 
Il sottoscritto, ai sensi della legge sopracitata, autorizza e acconsente espressamente che i dati
raccolti  e in particolare quelli  considerati  sensibili  possano costituire oggetto di  trattamento e
comunicazione per le finalità della corretta gestione del rapporto di lavoro, degli obblighi di legge
e contrattuali.
  
Il Collaboratore                 Il datore di lavoro
 
_______________________ _______________________


Lettera di assunzione... cosa contiene?

Spesso ci viene chiesto un "fac-simile" del contratto che sarà firmato tra il datore di lavoro (famiglia) e il lavoratore (badante), in modo da avere le idee più chiare sul contenuto e dei doveri e diritti di ambo le parti..


Scarica il CCNL Lavoro Domestico in PDF
(Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro Domestico) :


Cosa va indicato? ...oltre ad eventuali clausole specifiche:

  • data dell'inizio del rapporto di lavoro;
  • livello di appartenenza;
  • durata del periodo di prova;
  • esistenza o meno della convivenza;
  • la residenza del lavoratore, nonché l'eventuale diverso domicilio; per i rapporti di convivenza, il lavoratore dovrà indicare l'eventuale proprio domicilio diverso da quello della convivenza, validare a tutti gli effetti lo stesso indirizzo della convivenza, anche in caso di sua assenza purché in costanza di rapporto di lavoro;
  • durata dell'orario di lavoro;
  • collocazione della mezza giornata di riposo settimanale in aggiunta alla domenica;
  • retribuzione pattuita;
  • luogo di effettuazione della prestazione lavorativa nonché la previsione di eventuali temporanei spostamenti per villeggiatura o per altri motivi familiari (trasferte);

La lettera di assunzione, firmata in duplice copie dal lavoratore e dal datore di lavoro, dovrà essere scambiata tra le parti. 

Esempio di lettera di assunzione per una badante convivente
 (il contenuto ovviamento cambia in funzione al livello, le mansioni ecc...):

_________________
_________________
_________________
_________, __/__/_____

OGGETTO: Lettera di assunzione.
                                                                        _________________
                                                                        _________________
                                                                        _________________

Facendo seguito agli  accordi  verbali  intercorsi,  si  conferma la Sua assunzione ed in base al
comma 3 dell'art. 9-bis L. 608/96 e al D.Lgs. 152/97, si specificano gli aspetti caratterizzanti il Suo
rapporto di lavoro:
 
INIZIO DEL RAPPORTO:
L'inizio del  rapporto viene stabilito entro e non oltre il  __/__/_____.  Oltre tale data,  in caso di
mancata  presa  di  servizio,  indipendente  dal  motivo,  il  presente  contratto  dovrà  essere
considerato decaduto. 

LUOGO DI LAVORO:
_______________________________. Potrebbe esserle richiesto di effettuare le sue prestazioni
presso  altre  sedi,  in  caso  di  trasferimento  anche  temporaneo  del  Suo  datore  di  lavoro,
trasferimento che, salvo congruo preavviso, dichiara di accettare.
 
DURATA DEL RAPPORTO:
A tempo indeterminato.
 
ORARIO DI LAVORO:
La Sig.ra _________________________ svolge il proprio rapporto di collaborazione domestica in
regime di convivenza presso il datore di lavoro.
La giornata di riposo viene fissata nella giornata di domenica.
L'impegno lavorativo  si svolgerà su __ ore settimanali dal lunedi al sabato.
Nei rapporti di lavoro a tempo pieno si ricorda che la legge prevede che la distribuzione dell'orario
di lavoro possa essere modificata unilateralmente dal datore di lavoro, salvo congruo preavviso.
A norma del  combinato disposto dall'art.  6 e 14 del  CCNL applicato si precisa che la mezza
giornata di riposo aggiuntiva è stabilita di sabato.
   
DOMICILIO E RESIDENZA:
Il  domicilio coincide con la residenza ed è correttamente indicato nell'indirizzo di  destinazione
della presente.
La lavoratrice conferma che in costanza del rapporto di lavoro tutte le comunicazioni, comprese
quelle in sua assenza, verranno effettuate nell'indirizzo di domicilio presso il datore di lavoro con
il quale convive.
 
QUALIFICA E MANSIONI:
La  collaboratrice  verrà  inquadrato  al  livello  __________.  Le  mansioni  sono  di  assistente  a
persone non autosufficienti,  senza avere tuttavia uno specifico diploma allo scopo.  Potranno
essere richieste anche attività connesse alle esigenze del  vitto e della pulizia della casa ove
viene svolta l'assistenza.
  
OBBLIGO DI FEDELTA':
La Sig.ra ___________________ si impegna ad osservare le direttive ricevute dal proprio datore
di  lavoro e le regole della casa ricevute all'inizio  del  rapporto di  lavoro.  La Legge prevede
l'obbligo di non divulgare informazioni, affari, notizie riguardanti il datore di lavoro o altre notizie
apprese nello svolgimento delle proprie mansioni,  facendone un uso in modo da poter  recare
pregiudizio al datore di lavoro stesso e/o a terzi.
 
TENUTA DI LAVORO:
Non è prevista una particolare tenuta di  lavoro,  salvo un vestire sobrio e dignitoso,  adatto a
svolgere le mansioni descritte.
 
SPAZIO DOVE RIPORRE I PROPRI OGGETTI PERSONALI:
Al momento della presa di servizio verrà indicato uno spazio dove riporre propri oggetti personali.
 
PERIODO DI PROVA:
____ giorni  di  effettivo lavoro durante i  quali  entrambe le parti  possono recedere dal  rapporto
senza preavviso. La prova sarà inerente alle mansioni sopra elencate.
 
FERIE:
26  giorni  lavorativi.  Il  valore  di  ogni  giornata  andrà  riproporzionato  per  l'orario  di  lavoro
effettivamente svolto. Il periodo di godimento delle ferie annuali verrà concordato di anno in anno
e fissato in accordo tra le parti con congruo preavviso.

PREAVVISO DI LICENZIAMENTO/DIMISSIONI:
15  giorni di calendario per anzianità fino a 5 anni. 30 giorni di calendario per anzianità superiori. I
suddetti termini sono ridotti del 50% nel caso di dimissioni da parte del lavoratore.
   
TRATTAMENTO ECONOMICO:
Corrispondente  alle  disposizioni  contrattuali  per  il  livello  assegnato  come  da  importi  sotto
descritti:
Paga base: .......... _________
Acconto Fut. Aumenti: . _________
 ____________________________________
Totale: ............. _________

 
Per quanto non specificato nella presente le parti dichiarano di voler fare riferimento alle norme
previste dal contratto collettivo nazionale di lavoro per i prestatori di lavoro domestico stipulato il
21 maggio 2013 e a tutte le norme di Legge vigenti.
 
In segno di  accettazione delle condizioni  sopra espresse, si chiede la restituzione di  una copia
della presente dopo averla sottoscritta.
 
Certi di poter contare nella Sua migliore collaborazione, porgiamo distinti saluti.
 
  
Il Collaboratore                 Il datore di lavoro

 
_______________________ _______________________
 
Inoltre La informiamo che,  ai  sensi dell'art.  10 del  D.Lgs. 196 del  30 giugno 2003,  i  suoi  dati
personali  saranno  utilizzati  per  una  corretta  gestione  del  rapporto  stesso,  dunque  per  le
comunicazioni  obbligatorie agli  enti  di  previdenza e assistenza,  rapporti  con l'amministrazione
finanziaria,  istituti  di  credito  ed  eventuali  consulenti  familiari.  Il  trattamento  dei  predetti  dati
avverrà mediante strumenti  manuali,  informatici  e telematici,  comunque idonei  a garantire la
sicurezza e la riservatezza dei dati stessi. In base all'art. 13 del D.Lgs. 196/2003 lei ha specifici
diritti, in particolare può ottenere la conferma circa l'esistenza o meno di dati che la riguardano,
conoscerne l'origine, la finalità, chiedere la cancellazione o la trasformazione o il blocco dei dati
trattati in violazione di legge.
 
Il sottoscritto, ai sensi della legge sopracitata, autorizza e acconsente espressamente che i dati
raccolti  e in particolare quelli  considerati  sensibili  possano costituire oggetto di  trattamento e
comunicazione per le finalità della corretta gestione del rapporto di lavoro, degli obblighi di legge
e contrattuali.
  
Il Collaboratore                 Il datore di lavoro
 
_______________________ _______________________

13/05/2015

La badante si ammala... cosa fare?


In caso di malattia del lavoratore ? Cosa fare e quanto spetta alla badante?

http://lamiabadante.blogspot.it/

  • Nel caso di un lavoratore non-convivente (a giornata), deve avvisare subito il proprio datore di lavoro ed mandare il codice del certificato medico entro 48 ore dell'assenza (anche tramite messaggio SMS) oppure modulo di accetazione al pronto soccorso.
  • Nel cosa di un lavoratore convivente (ospite dal assistito/a), deve avvisare subito la famiglia. Se deve assentarsi per la convalescenza : fornire il codice del certificato medico entro 48 ore dell'assenza (anche tramite messaggio SMS, la consultazione viene fatta da internet).

Secondo il contratto, la malattia della badante non viene pagata dall'inps ma va pagata la malattia dal datore di lavoro solo per un massimo di 8 giorni complessivo all'anno, di cui, se consecutivi: i 3 giorni pagati al 50% (carenza) e il resto al 100% della retribuzione oraria (in busta paga).

Come consultare il certifcato medico ?

E' possibile controllare i giorni di permesso dato dal certificato medico consultabile on-line dal sito del inps Ricerca Attestati Malattia indicando il codice fiscale del lavoratore e il numero del certificato di malattia.

11/05/2015

Si trasferisce l'assistito/a... cosa fare della Badante?

Casa di vacanze...  ricovero in ospedale... Cosa fare della badante?

Cosa succede quando l'assistito cambia abitazione trasferendosi in un altro comune oppure nel caso in cui vada in vacanza o venga ricoverato in ospedale per un periodo limitato?
In questi casi, 

la badante può seguire l'assistito? .... SI !


 
Vediamo più precisamente come comportarsi nei vari casi:


  • L'ASSISTITO/A CAMBIA CASA?
In caso di trasferimento in un altro comune, è necessario dare il preavviso al lavoratore almeno 15 giorni prima.
Al lavoratore trasferito deve essere corrisposta, per i primi 15 giorni, una diaria pari al 20% della retribuzione globale di fatto afferente tale periodo. Sarà inoltre corrisposto il rimborso delle spese di viaggio e trasportoi. Il lavoratore che non accetta il trasferimento ha diritto all'indennità sostitutiva del preavviso.

  • L'ASSISTITO/A VA IN VACANZA O VIENE RICOVERATO IN OSPEDALE?
Il lavoratore convivente è tenuto, ove richiesto dal datore di lavoro, a recarsi in trasferta, ovvero a seguire la persona a cui è addetto alla cura, in soggiorni temporanei in altro comune e/o in residenze secondarie. 

Saranno rimborsate al lavoratore le eventuali spese di viaggio e sarà inoltre corrisposta al lavoratore una diaria giornaliera, pari al 20% della retribuzione minima giornaliera, per tutti i giorni nei quali egli sia stato in trasferta, salvo il caso in cui il relativo obbligo fosse stato contrattualmente previsto nella lettera di assunzione

Nel caso delle vacanze, il datore di lavoro è tenuto di comunicare per iscritto le sue intenzioni al lavoratore con congruo preavviso.



 

04/05/2015

Festività e ferie: Come funziona?

Per le ferie o festività 6 aprile, 25 aprile, 1° maggio ... e le altre festività italiane, o ferie.
Come funziona? quali orari fa?

Quali orari fa la badante?
Per ogni festività o giorno di ferie: la badante è libera 24 ore.  

Prendiamo un esempio per capire: Se il primo maggio cade di venerdì:
- la badante potrà assentarsi dalle ore 20.00 della sera precedente (giovedi) e rientrare alle ore 20.00 del primo maggio.
- oppure assentarsi delle ore 08.00 della mattina del primo maggio e rientrare alle ore 08.00 del giorno successivo che e' un sabato.
Ma.... se  il giorno di festa cade al sabato o la domenica?  Come e' corretto comportarsi?
Se la feste cade di sabato : la badante sarebbe già libera la sera prima oppure il mattino stesso.
Invece se la festività capita di domenica?
Solitamente la domenica corrisponde al giorno di risposo, per cui viene pagata in busta paga come un'altro giorno anche se la persona non lavora.
Per le ferie, il raggionamento per gli orari è lo stesso...

Vuoi sapere quanti giorni di ferie ha maturato la badante? 

Lo puoi capire dalla busta paga, solitamente vengono segnati le ferie spettante "in ore" o "in giorni". Se sono segnati "in ore" consideri quante ore lavora al giorno mediamente (per es. per un contratto di 54 ore, lavora 9 ore al giorno: 54 / 6 giorni lavorativi a settimana)

Puoi riccordarti facilmente che tutti i mesi comunque matura 2,17 giorni (26 all'anno/12 mesi)


02/05/2015

Badante 7 giorni su 7, è possibile ?

La situazione è grave!... Necessità della presenza costante della badante 24 ore su 24, 365 giorni all'anno? Come fare? Per risolvere questo problema rimanendo in regola con la legge, ti proponiamo varie soluzioni che potrai adottare per coprire tutto l'anno...

http://lamiabadante.blogspot.it/

Purtroppo, te lo dico subito, non ti serve solo una badante e farle fare tutti i riposi come "straordinari" perchè il contratto prevede dei riposo. Al limite, potresti fare qualche straordinari MA devono rimande appunto "straordinari"!

Altrimenti è la tua badante che avrà bisogno di essere curata!...

Allora come potresti fare per coprire tutto l'anno, senza interuzioni?!

Ecco 2 soluzioni che potrebbero fare al caso tuo e alle quali non hai forse pensato:

  • ASSUMERE 1 badante convivente + 1 per il fine settimana:
    Una badante convivente che faccia tutti i giorni dal lunedi al sabato fino a mezzogiorno e un'altra che lavori durante il weekend quindi sabato pomeriggio e domenica tutto il giorno;
  • ASSUMERE 2 BADANTI con giorni diversi:

In questo caso avresti: una che faccia 4 giorni dal lunedi al giovedi ed un'altra dal venerdi alla domenica


RICORDATI UNA COSA IMPORTANTE: una badante felice e soddisfatta del suo lavoro sarà una persona che darà il meglio di sè rendendo felice il tuo caro da assistere!

Articoli più amati