03/02/2017

😧Quanto costa una badante🙍 IN NERO ?

Hai deciso di prendere la badante ma non sai se farli in contratto ? Guarda cosa ti costa con e senza contratto. 

1. Costo Badante assunta regolarmente : 


al livello della paga sindacale Cs del CCNL Lavoro domestico:

904 €/mese +13a + tfr + inps = circa 1300 €/mese - meno le detrazioni fiscali (circa 25 € il 20% di 1500€/anno)

2. Costo Badante "in nero":
  • ipotizziamo 900 €/mese + 13a (perchè glie lo chiederà...)  = circa 1000 €/mese
  • Se a questa ciffra aggiungiamo il costo della vertenza, che farà di sicuro la badante se non le date il "TFR" o equivalente in più = pari a 5000 euro /anno
  • Inoltre alla sanzioni penali si aggiungono sanzioni amministrative per l'obbligo di versamento dei contributi = circa 5000 € 
  • Inoltre se il lavorato non ha il permesso di soggiorno?
L’articolo 22, comma 12 del Decreto Legislativo 286/98 (Testo Unico Immigrazione) prevede, infatti, che: “Il datore che occupa alle proprie dipendenze lavoratori stranieri privi del permesso di soggiorno previsto dal presente articolo, ovvero il cui permesso sia scaduto e del quale non sia stato chiesto, nei termini di legge, il rinnovo, revocato o annullato, è punito con larresto da tre mesi ad un anno e con l’ammenda di 5.000 euro per ogni lavoratore impiegato”.

  • Se la badante ha un infortunio a casa e non ho assicurazione per lei?

Il costo è incalcolabile però in caso di infortunio, considerando i premi di assicurazione in caso di infortunio/decesso del lavoratore a casa sua, dovrebbe considerare importi tra i 100.000 e i 1.000.000 €


Conclusione 

Assumendo il lavoratore "in regola", il datore di lavoro non rischia la vertenza oppure sanzioni che fanno lievitare i costi in modo "rischioso". 

Inoltre potrà usufruire delle detrazioni e deduzioni fiscali previste per legge al momento della compilazione della dichiarazione dei redditi e la detrazione fiscale.



Vi ricordiamo che la scelta della distribuzione delle ore lavorative deve essere concordata tenendo conto delle esigenze del datore e del lavoratore e che il compenso dei lavoratori varia in base al livello di inquadramento.


Articoli più amati